Nino Genovese

Antonino Genovese, classe ’84, è anestesista, rianimatore e algologo. Ha all’attivo diverse pubblicazioni: Teste (Ed. Il Foglio 2004), Il Principe Marrone (Ed. Il Foglio 2008), Il Dottor Maus e il Settimo Piano (Ed. Smasher 2009), Il nonno è un pirata (Ed. Il Foglio 2017)

Chi ha avuto la fortuna di conoscere Andrea Torre (n.28/10/1947 – m.09/01/2016), collaborare alla realizzazione delle sue opere d’arte, colloquiare e progettare mostre e progetti socio-culturali, non può che specchiarsi nella lettura di questo articolo, volto non a commemorare l’uomo, ma a narrare la storia di un Artista, che ha dedicato tutta la vita alla realizzazione di Presepi, all’organizzazione di mostre presepiali e al volontariato.
Ha trascorso gran parte della sua vita tra Castroreale, dove risiedeva e Barcellona Pozzo di Gotto. Ex comandante dei vigili della città di Castroreale, ha collaborato e organizzato numerose mostre.
Andrea Torre ha trasformato negli anni la mera “realizzazione di un presepe” in purissima arte, che funge da veicolo per tramandare le tradizioni da padre in figlio. Il presepe si trasforma da passatempo socio-culturale e religioso in forma d’arte. L’artista castrense realizzava manualmente tutti i piccoli dettagli delle sue opere, esposte anche alla famosa mostra di Verona.
Andrea Torre è stato un faro che nell’ultimo decennio ha illuminato le mostre della provincia di Messina con la sua arte, la sua grande capacità manuale e il suo genio. Le sue realizzazioni erano innovative, con meccanismi automatici da far restare gli appassionati con il fiato sospeso. Nei suoi presepi si poteva rivivere la Natività di Cristo, e respirare l’essenza stessa del Natale, affogata nell’era del consumismo. Dietro la Natività Andrea celava la Famiglia, come essenza stessa della sua esistenza.
Fin dal 1978 ha collezionato Immaginette Sacre, esposte negli anni in numerose occasioni, su tutte ricordiamo quella del 2009 a Pace del Mela, che ha sortito un grande successo di critica e pubblico.
È stato un donatore di sangue, premiato con la medaglia d’oro, per molti anni ha collaborato con l’AVIS di Barcellona P.G., di cui è stato presidente dal 2009 al 2013. Andrea si faceva amare per la sua semplicità e il suo spirito di iniziativa e amore per il volontariato.
La sua dipartita ha lasciato un vuoto umano e artistico, difficile da colmare, ma le testimonianze lasciate alle generazioni future sono un tesoro prezioso da custodire.
Andrea Torre ha fatti vibrare con la sua arte le corde della nostra anima.
Foto concesse da Federico Torre
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *