Nino Genovese

Antonino Genovese, classe '84, è anestesista, rianimatore e algologo. Ha all'attivo diverse pubblicazioni: Teste (Ed. Il Foglio 2004), Il Principe Marrone (Ed. Il Foglio 2008), Il Dottor Maus e il Settimo Piano (Ed. Smasher 2009), Il nonno è un pirata (Ed. Il Foglio 2017)

MACCHIE D’ANIMA
Anna Maria Scaramuzzino –  Edizioni Il Foglio

Collana: Narrativa – Anno edizione: 2017 – Pagine: 170 p. – ISBN: 9788876066900 – Prezzo: 14 Euro

<<Passeggiare per Firenze è un’esperienza meravigliosa anche se sempre più spesso la fantasia deve lavorare molto ad occhi aperti per eliminare quanto di moderno e tecnologico disturba la visita di quest’opera d’arte a cielo aperto. Per me che ho sempre amato le opere di Vasco Pratolini la città mantiene comunque quell’intimità provinciale e familiare dei suoi quartieri storici, anche oggi in epoca di globalizzazione.>>

Ho deciso di iniziare la recensione di questo libro con l’incipit del primo racconto “Caffè Michelangelo”, perchè rende l’idea del viaggio che Anna Scaramuzzino ci propone di fare insieme a lei.

“Caffè Michelangelo” è il primo di tredici racconti, squarci di una Firenza diversa da quella che l’occhio del turista può apprezzare. Tredici sfumature di una Toscana che non c’è più, o che forse che è rimasta soltanto per chi riesce a mettere a fuoco alcuni dettagli.

Non a caso l’Autrice inzia le sue “macchie” d’inchiostro con il “Caffè Michelangelo”, posto in cui i Macchiaioli rivoluzionavano l’utilizzo del pennello e il modo di intendere la pittura. Quel luogo, dove si davano appuntamento i vari Giovanni Fattori, Telemaco Signorini, Silvestro Lega, Adriano Cecioni etc., prende vita  e rappresenta la partenza per il viaggio di Anna Scaramuzzino. Fabio Canessa in questo squacio della prefazione rende perfettamente l’idea di cosa andremo a leggere e recita quanto segue: “…i macchiaioli diventano i personaggi di storie che, mentre ci avvincono e ci emozionano, ci ammaestrano sulla loro arte e sulla loro personalità. Senza aver durato fatica ed esserci annoiati, a chiusura di libro ne sappiamo di più che se avessimo letto un ponderoso saggio su di loro“.

Macchie d’anima è un libro che parla di Arte ed è allo stesso tempo Arte.

Basta scrollare le pagine per sentire gli odori e i sapori di Firenze e della Toscana. Da buon Toscano, Gordiano Lupi non poteva farsi scappare questo piccolo gioiello, che impreziosice ulteriormente il catalogo delle Edizioni Il Foglio.

Nino Genovese

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *