Ascoltando Guccini
di Gordiano Lupi
foto di Riccardo Marchionni

 

Ricordo scontri di piazza mai vissuti, lotte, polizia, contestazioni, drogati e punk all’angolo del corso. Erano i tempi del movimento studentesco con le manifestazioni, giorni cupi, pervasi di dolore. Passione e adolescenza, dispensatrici in fondo di qualcosa che non poteva farci troppo male, ma colpiva, adesso lo so bene che colpiva, inutile fingere quel che non è stato. Liceo sul mare, in faccia alla Marina, libri da studiare, scuola da non mancare, giorni uguali, non dover deludere nessuno, soprattutto te stesso, che eri il più deluso. Ricordo lotte incomprese e giorni appartati, scoprire poeti, giocare partite di calcio e inventare illusioni. Ricordo Guccini e De André, Tenco e Jannacci, Conte e De Gregori. Musica e parole che restavano nel cuore più dei versi di scuola dove Ungaretti e Montale si davano la mano, anche se La casa dei doganieri, guardando le scogliere, di tanto in tanto riaffiora. Rammento i tuoi occhi, ricordo pure te che non ci sei, che sei svanita, forse non ci sei mai stata, ma immaginarti adesso è quel che posso fare, per sentirmi meno solo. Tutto fa parte del passato, persino quel che non ho vissuto e avrei voluto. Pure i miei libri, ancora in biblioteca, in doppia fila, non diversi ma tutto è cambiato. E la mia vita, se provo a ricordare, è stata solo un tuffo nel non fatto, un’ipotesi infinita di non detto. Tra il molto che un tempo avrei voluto e il poco in fondo realizzato, resta soltanto un baratro infinito pieno di ideali alla cogliona fatti coi miti del Settantatre. Ricordo un eskimo apolitico, dettato solo dalla povertà, non c’entra proprio quella gioventù, resta simbolo di vita, trascurabile moda del passato. Un eskimo che ormai non porto più, sogno incompiuto tra svaporare antico; comunque sia quel tempo è stato nostro, tra odori intensi, profumi di verbene, oleandri amari, modeste tamerici. Basta cercare, in fondo, poi lo trovi, tutto il sapore del mio tempo perduto.

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *